CONTESTO

 

L’Istituto Comprensivo “Andrea Sansovino” (così intitolato dall’anno 2018) si colloca in un territorio comunale di circa 90 Kmq, nel cuore della Val di Chiana aretina, in una fascia prevalentemente collinare. Caratterizzato da facilità delle comunicazioni, interessante sul piano paesaggistico e per la presenza di importanti opere artistiche nel capoluogo e nelle frazioni, Monte San Savino ha vissuto un discreto sviluppo turistico. Pur facendo parte del Distretto territoriale di Arezzo, l’Istituto afferisce culturalmente all’area della Val di Chiana, nel cui ambito si è strutturata una Rete con altre Scuole con le quali mantiene  un costante e proficuo rapporto. Con l’Amministrazione Comunale è in atto una costruttiva collaborazione che supporta la programmazione e lo svolgimento dei Progetti dell’Istituto (Piano Educativo di Zona). Inoltre, dal 2010, l’Istituto riceve l’attestazione di “Scuola Amica UNICEF” per l’attuazione di Progetti nell’ambito del Curricolo Cittadinanza e Costituzione (Consiglio comunale dei Ragazzi, percorsi sulla legalità, iniziative collettive di solidarietà…). Nel territorio sono presenti numerose imprese di piccole e medie dimensioni (operanti in vari settori), enti, associazioni culturali e di volontariato, agenzie formative e servizi per il tempo libero. Con essi l’Istituto ha aperto una fattiva collaborazione per la realizzazione di progetti ad integrazione delle attività educative e didattiche (sostegno finanziario, consulenza tramite esperti). 

Attualmente (dati aggiornati a ottobre 2021) la popolazione scolastica dell'Istituto è costituita da n. 700 alunni iscritti, ripartiti nei tre ordini: n. 183 nelle Scuole dell’Infanzia, n.332 nelle Scuole Primarie, n. 185 nelle Scuole Secondarie di I grado. Gli alunni stranieri presenti nell’Istituto sono di 16 nazionalità diverse: India, Albania, Cina, Romania, Pakistan, Tunisia, Marocco, Sri Lanka, Bangladesh, Filippine, Senegal, Algeria, Brasile, Perù, Etiopia, Moldavia. La loro incidenza percentuale è così ripartita nei tre segmenti scolastici: 7,10% nella Scuola dell'Infanzia, 12,95% nella Scuola Primaria, 13,51 % nella Scuola Secondaria di I grado.  Non sono presenti, almeno stabilmente, situazioni di nomadismo o simili.